Microsoft licenzia il 8,6% dei dipendenti della divisione gaming, pari a 1900 persone

La manovra di riduzione del personale colpirà i dipendenti di Xbox, ZeniMax e Activision Blizzard. Questa decisione segue l’unione dei team di Activision, Blizzard e King a Microsoft tre mesi prima. La leadership di Microsoft Gaming e Activision Blizzard si è impegnata a una strategia e un piano di esecuzione sostenibile per il futuro. La riduzione coinvolgerà circa 1.900 ruoli sui 22.000 totali. Il Gaming Leadership Team si impegna a gestire questo processo con sensibilità, offrendo supporto e indennità di licenziamento previste dalle leggi locali sul lavoro.

Coloro che subiranno un impatto saranno informati e si chiede di trattare i colleghi in partenza con rispetto e compassione. Nonostante sia un momento difficile, la leadership esprime fiducia nelle capacità del team nel continuare a creare giochi, storie e mondi coinvolgenti per i giocatori.

Il presidente di Blizzard, Mike Ybarra, che in passato ha lavorato per Xbox, lascerà l’azienda. La sua energia e supporto sono rivolti agli individui colpiti, offrendo aiuto, connessioni, e raccomandazioni.

In una nota alla community Blizzard, viene comunicato che il giorno in cui è stata emessa la nota è il suo ultimo giorno in Blizzard. Il periodo trascorso in Blizzard è stato un onore assoluto, ma è giunto il momento di diventare il più grande fan della compagnia dall’esterno.

Inoltre, è stato confermato che il survival game in stile Minecraft e Rust su cui Blizzard stava lavorando è stato cancellato e il suo team è stato assegnato ad uno dei nuovi progetti in fase di sviluppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *